.

La parola Dio

Di Gabriella Caramore

Racconti spirituali

 A cura di Armando Buonaiuto

Con uno scritto di Gabriella Caramore

Pensare che Dio sia “soltanto” una parola non significa ridurne il valore nella storia.
Al contrario, può significare dare contenuto di realtà alle radici profonde che hanno indotto, nei secoli, comunità di esseri umani a lavorare intorno a questa immagine, costruendo una foresta di simboli, tracciando cammini di conoscenza e di relazione tra gli uomini.

Dino Buzzati, Guy de Maupassant, Raymond Carver,
Vasilij Grossman, Jorge Luis Borges, Varlam Šalamov,
Olga Tokarczuk, Anton Čechov, Antonio Tabucchi,
Chandra Livia Candiani ….

È così che i racconti “spirituali” svelano pieghe nascoste dei viventi, rompono muri di ghiaccio, e conservano una qualche efficacia. Quella stessa efficacia che, biblicamente, appartiene alla Parola del Signore, e che deve pur appartenere anche all’umano, ammesso che siamo fatti “a sua immagine e per la sua somiglianza”.      G.C. p. XIX

A cura di Roberto Berardi                                    2016 – 2020                                       Unico sito autorizzato da Gabriella Caramore